Arriva Sharper, la Notte Europea dei Ricercatori: 26 settembre a Perugia

Sharper: più di 30 eventi e 50 ricercatori dell’Università coinvolti

Più di trenta eventi in cartellone, distribuiti in quindici spazi nel cuore della città, con oltre 50 ricercatori dei Dipartimenti dell’Università degli Studi di Perugia coinvolti per creare un ponte tra ricercatori e cittadini, un ponte “capace di farli dialogare per immaginare e costruire il futuro delle città”. Il 26 settembre arriva a Perugia Sharper, la Notte europea dei ricercatori. Il capoluogo umbro è capofila e coordinatore dell’evento che si svolgerà in contemporanea anche a L’Aquila e ad Ancona. Un appuntamento in continua crescita, che coinvolge l’Università di Perugia, la cooperativa Psiquadro, la sezione perugina dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, il media universitario Radiophonica, il canale scientifico dell’agenzia ANSA e la Fondazione Perugia2019. Una partecipazione corale al progetto quindi, che raggiungerà il culmine nel 2015, decimo anniversario della Notte Europea dei Ricercatori. Nella mattinata di martedì 23 settembre in Comune, a Perugia, è stato presentato il programma completo della giornata di venerdì 26 settembre, dalle 17 alle 24.

Sharper – ha ricordato Leonardo Alfonsi, presidente di Eusea, European Science Events Association – è una iniziativa di dimensione europea che va ad affiancare le altre 300 che si svolgono in contemporanea in altrettante città”. “L’Università è orgogliosa di questa manifestazione e i nostri ricercatori – ha spiegato Andrea Velardi, delegato del rettore dell’Ateneo perugino per la diffusione comunicazione della cultura scientifica – saranno dei veri e propri artisti, per far sì che la scienza e la ricerca diventino un divertimento e uno spettacolo per animare la città e trasformare la notte in una festa”.

Sharper 2014

Pasquale Lubrano, direttore sezione Infn di Perugia, ha posto l’accento sulla “European Run Night”: la prima corsa podistica in notturna per le vie del centro storico del capoluogo umbro dedicata ai ricercatori, ma aperta a tutti gli appassionati della corsa. “Questo evento è l’orgoglio di Perugia – ha sottolineato il sindaco Andrea Romizi – E’ un modo intelligente per dare visibilità a ricerca e ricercatori e mettere in evidenza componenti importantissime per la città”.
Alla presentazione dell’edizione 2014 erano presenti anche Rossella Biagi, station manager del media universitario Radiophonica che si occuperà della diretta streaming dell’evento, e Arnaldo Colasanti, direttore artistico della Fondazione Perugia 2019, che ha sottolineato come Sharper sia “un modello centrale della nostra candidatura a Capitale europea della Cultura”.

In programma, per questa edizione, una lunghissima serie di appuntamenti disegnata lungo due specifici binari. Il primo è quello dell’esperienza diretta del lavoro quotidiano del ricercatore. Ed è per questo che alcuni Dipartimenti dell’Università apriranno al pubblico le porte dei loro laboratori. Il secondo binario, invece, è quello del confronto e del dialogo. Giuristi, medici, biologi, matematici, letterati, ingegneri, chimici, agronomi, naturalisti e veterinari scenderanno in strada per dialogare direttamente con i cittadini. A fare da ponte tra questi due mondi saranno le passioni, la loro condivisione e un linguaggio pop che permetterà di abbattere tecnicismi e barriere.

Più nel dettaglio, ma limitandosi a qualche estratto dal programma: i dipartimenti di Fisica e Geologia incanteranno i visitatori di tutte le età con il Vulcano lab, la Camera pulita, le Immagini dai Nanomondi e il Laser nel cuore della materia. Chimica, Biologia e Biotecnologie, invece, apriranno le porte di Chimica, Colore ed Energia e del Molab: la chimica delle opere d’arte. Al Planetario Ignazio Danti si potrà osservare Un tetto di stelle e sul Minimetrò si potranno incontrare gli eclettici divulgatori di FameLab, il concorso internazionale per giovani ricercatori abilissimi a comunicare la scienza in meno di tre minuti. E ancora: al Centro servizi Alessi di via Mazzini Radiophonica intervisterà i ricercatori protagonisti della Notte e in corso Cavour ci sarà spazio per lo Speaker’s corner, dove i ricercatori racconteranno in una manciata di secondi il cuore della loro ricerca sulla sostenibilità e le tecnologie del futuro.
Il programma completo della Notte europea dei ricercatori a Perugia è consultabile sul sito www.sharper-night.eu

Foto: Marco Giugliarelli


Lascia un commento

  • (will not be published)

XHTML: Tag permessi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current day month ye@r *